sabato 28 ottobre 2006

Una signora vera (La rivincita)

Non contenta della performance di ieri, Elisabetta Gardini torna alla carica e dice: "Luxuria si faccia tagliare il pisello".
E non ci riesce neppure stavolta.
Se ieri l'intolleranza e la grettezza avevano fatto capolino, oggi stanno letteralmente tracimando.
Se la Gardini continua su questa strada finirà per tenere lezioni di bon ton, tra una seduta e l'altra (in bagno).
Quello che preoccupa non sono tanto le cazzate che dice un onorevole, ma che molta gente (colleghi e non) abbia il coraggio di dirle: "Brava!".
E in ogni caso ringrazio sentitamente la Gardini perché è grazie a politici come lei che mi rendo conto che destra e sinistra esistono ancora e che, nonostante tutto, preferisco la sinistra.
L'intervista alla campionessa del savoir faire è qua.

3 commenti:

STELLA ha detto...

Secondo me è una questione psicologica, il fatto che la Gardini abbia detto alla Luxuria di farsi tagliare il pisello potrebbe essere "invidia del pene" E' così che Freud chiamò quel complesso che è alla base di molte impotenze psicologiche femminili e di altrettante frustrazioni culturali e mentali. Le darei un consiglio, ma non vorrei passare per "depravata"...Gardini: fallo un po' più spesso, ma fallo (inteso come verbo, non come membro maschile..),forse servirà a calmarti un po' (dubito...)

vieller ha detto...

Condivido.
E poi pensa un po'.... incontrare Luxuria in un bagno dei maschi.
Ma per carità, che vada in quello delle donne

Anonimo ha detto...

siamo un paese di coglioni!!!
tanto casino per cosa?
che prendano la carta d'identità di stà Lussuria o come cavolo si chiama se c'è scritto maschio vada nei bagni dei maschi se c'è scritto femmina in quello delle femmine, dove stà il problema!