mercoledì 12 agosto 2009

Che tesoro di giornalspia

Quando non sono particolarmente ispirato e magari ho voglia di farmi due risate, ho il mio metodo: leggo Libero.
Ho appreso con dolore la dipartita di Vittorio Feltri, nel senso che dal 24 agosto dirigerà un altro giornale libero: quello del fratello del Capo. Quindi per farmi quattro risate dovrò leggere due quotidiani: Libero e il Giornale.
Sì perché per fortuna sul quotidiano mezzo monarchico continuerà a scrivere l'ex spia Renato Farina - in arte Betulla - e sarà diretto da Maurizio Belpietro, uomo libero che se gli chiedi da chi è pagato s'incazza.
E per fortuna il titolista rimarrà, a giudicare dal titolo di oggi a 72 colonne: "Le vacanze del Cavaliere. Che tesoro di papi".
E il pezzo poi lo ha scritto Betulla, cosa chiedere di più dalla vita?


Una famiglia italiana. Un po' più complicata e incasinata di quella della tradizione. Un bel po' (tanto) più ricca della media. Il ritrovarsi insieme intorno al capofamiglia. I nipoti. Gli amici di sempre e qualche coppia più giovane. Le vacanze di Silvio Berlusconi - volente o nolente lui, volenti o nolenti noi - sono la notizia politica di questi giorni. E hanno questa faccia di patriarca del nuovo tipo, un Silvio più papà che papi. Diciamolo: anche papa senza accento, pontificatore massimo di feste e fuochi d'artificio, di cori e di spumanti, con tramonto sul mare smeraldino, eccetera. Questo non è gossip...

Ecco, dopo un attacco così ce ne sarebbe già abbastanza per rotolarsi dal ridere fino a stasera, all'ora del TG4, per dire.
Certo, potrebbe anche scapparci una lacrimuccia, ma sono a secco di liquidi e non ce la fa a uscire.
A Betulla non importa che il capofamiglia di famiglie ne abbia due, non importa che la rotondetta Barbara abbia "sputato nel piatto dove mangia" (parole sante della Santanchè) quando ha detto, con chiaro riferimento a suo padre, che "il privato è pubblico", nel caso di papà.
A Betulla non importa che la Lega stia facendo l'ultimo sforzo per cercare di spaccare definitivamente in due questa povera Italia.
A lui piace vedere il capofamiglia riunito con figli, figlie e nipotini.
L'articolo completo è visibile sul sito della Camera. Io mi fermo qui.
Bisognerebbe che i giornalisti stranieri, oltre a occuparsi dell'immagine che offre di sé Berlusconi, studiassero a fondo e stroncassero anche i colleghi italiani che lo lodano senza ritegno. Ma forse non sanno neppure chi è Betulla ed è meglio così, sennò chi me le farà fare tutte 'ste risate di prima mattina?

5 commenti:

piero ha detto...

mi son divertito molto a leggere le tue righe...sai...io se leggo la verità sui giornali di Feltri non mi diverto come te...
Mi auguro anche che tu ti diverta ad avere al governo luxuria e i capi no global...
Ma va...

Ed ha detto...

@ Piero: scherzi?! A parte che Luxuria e i capi no global non sono mai stati al governo, mi divertono molto di più Gasparri, La Russa e Brunetta!

zefirina ha detto...

ed sono con te, però non riuscirei mai a comprare libero!!!!

chit ha detto...

Ma come?!?! Dopo averci massacrato gli zebedei con la visione della "famiglia" composta da uomo, donna e figli ora tolgono la donna????
Eh no, non vale... :-S

beppestarnazza ha detto...

Scandaloso. E ancora più che una simile cagata d'articolo gossipparo sia sulla rassegna stampa della Camera, organo di governo. E' una vergogna.