lunedì 8 agosto 2005

IQ

Daryl Renard Atkins è un ragazzo di colore di 27 anni della Virginia che molto probabilmente sarà giustiziato il prossimo 2 dicembre. E' colpevole di aver ucciso il suo amico Eric Nesbitt con otto colpi di pistola, con la complicità di William Jones.
Il processo è stato movimentato e lì per lì la pena capitale era stata sospesa per infermità mentale dell'imputato, ma poi è stata riconfermata.
Stupisce, per non dire peggio, che in Virginia (USA) i giudici stiano decidendo se Daryl sia o no ritardato mentale. Intendo dire che nel Paese più libero e democratico del mondo, a tal punto che la libertà e la democrazia hanno deciso di esportarla (come se fosse merce in eccesso, mica lo buttiamo via, la esportiamo!) invece di abolire una pena che è inumana, stanno discutendo sul quoziente di intelligenza di Daryl Renard Atkins.
Sento già voci, le solite, che dicono:"Anche in Cina c'è la pena di morte!" Esatto, è anche in Cina, ma la Cina è comunista e non esporta libertà e democrazia.
La pena di morte è anche in questi paesi e io sono contrario ovunque sia praticata.
Per questo spero che Daryl e tantissimi come lui siano sì condannati, ma non giustiziati.

3 commenti:

Samuele ha detto...

Dimmi: condannati come?
Dammi un tuo giudizio, 5, 10, 15, 20 anni? 100 anni? Sono curioso. Come condanneresti una persona che ha ucciso un altro essere umano con tanta, ma tanta, violenza?

Samuele ha detto...

Dovresti inserire la possibilità di commentare anche a chi non è iscritto a blogger.com... In caso contrario rischi di perdere i commenti di persone anche interessanti...

Ed ha detto...

Domanda difficile. Dipende dai casi, e comunque sono contrario alla pena di morte.