domenica 15 novembre 2009

Non cambiamo mai


E' proprio vero: gli esponenti della sinistra non cambiano mai. Anche oggi e' un coro: da Bersani alla Finocchiaro fino al ritorno di Veltroni.
Sandro Bondi, Ministro per i Beni Culturali.

Ecco, quando leggo queste cazzate, sparate così, tanto perché quelli che ti votano continuino a pensare che davvero, quelli di sinistra non li puoi vedere, mi cadono le braccia.
E quando leggo che ad affermarlo è il ministro dei beni culturali non mi capacito. Non perché un ministro non possa dire cazzate, per carità, siamo in democrazia! Ma il fatto che Bondi sia ministro non riesco a digerirlo da quando lo è diventato: per come lo vedo io non farebbe neppure il bigliettaio nei musei.
Quando leggo le ultime invenzioni del Capo, mediatiche e politiche, al contrario di qualche amica che ancora si appassionano [per fortuna] mi sento disarmato. E siccome ultimamente sono state inventate molte cose [la storia di Al Qaeda che sarebbe una minaccia per Berlusconi, il processo breve ecc.ecc.] mi passa la voglia di scriverne e anche di parlarne. Bisognerebbe passare oltre, se capite cosa intendo dire.
Seguo un sacco di blog e di tumblr, sono un po' indietro nelle letture, ok, ma leggo, leggo e leggo. Ammiro chi ancora non si è stufato e plaudo alla sua costanza, ma la domanda che continua a martellarmi nella testa è la seguente: cosa abbiamo cambiato? Cos'è cambiato?
Ci vorrebbe un balordo. E basta. Non processeranno mai il Capo: piuttosto farà una legge che impedisce ai presidenti di consiglio con la testa asfaltata e alti non più di 1.60 di entrare in qualsiasi tribunale italiano.

6 commenti:

Titus Bresthell ha detto...

Bisognerebbe passare oltre..Ci vorrebbe un balordo.

Lameduck ha detto...

Un pazzo solitario?

Ed ha detto...

Sì, un reduce dall'Afghanistan che perde il boccino, per dirne una. Si mette a fare il tassista e al contrario di quel pirla di De Niro porta fino in fondo il suo obiettivo. :-)))

zefirina ha detto...

una vecchietta di 90 anni???? tanto che le potrebbero fare

chit ha detto...

Non prendo in considerazione le esternazioni di un ministro "separato e convivente" che difende ancora e pubblicamente il valore della famiglia!?

beppestarnazza ha detto...

E' vero Ed, non se ne può più, non riesco più ad ascoltare i tiggì, di qualunque rete e non solo tiggì: l'unica cosa che riesco a vedere con piacere in questo periodo è RaiGulp, almeno tra tutti i pupazzi che ci sono lì non ce n'è uno con la testa asfaltata...