giovedì 3 settembre 2009

Ghedini querelerà anche Libero?

Quando lo scorso 19 giugno sulle pagine del Corriere della Sera scoppia il "caso D'Addario", Vittorio Feltri è ancora direttore di Libero e in un suo fondo dal titolo "Gli attribuiscono scorrettezze senza una prova", in risposta a un articolo di Giampiero Mughini, lo stesso giorno, scrive, tra l'altro:


[...] Il Cavaliere è accusato di fare ciò che dubito possa fare: dedicarsi instancabilmente a una sfrenata attività sessuale, al punto che, per soddisfarsi, sarebbe indotto a ricorrere alle prestazioni remunerate delle squillo di pronto intervento. Fantasie.
Frequento da alcuni anni gli urologi. Questioni di prostata, data l'età. I medici spiegano. Se la prostata è ingrossata si può intervenire chirurgicamente per ridurne il volume. Dopo di che rischi l'impotenza, ma non è detto, anzi. Se invece hai un cancrone proprio lì, la prostata deve essere eliminata insieme al tumore. E allora, addio rapporti. Facendo strame della privacy, affermo che Silvio* nel 1996 fu operato di cancro alla prostata l'Ospedale San Raffaele di Milano.
Caro Giampiero, so che tu hai avuto problemi del genere, e saprai: non racconto balle se dico buonanotte al sesso. Berlusconi ha quasi 73 anni, non ha più la prostata. La scienza fa miracoli tranne uno: quello [...]

*Silvio è il fratello del nuovo datore di lavoro di Vittorio Feltri, non il suo panettiere o giornalaio, per chiarezza.

Ora, visto che Feltri ammette di "fare strame della privacy", rivelando in sostanza che a Silvio non tira più, Ghedini querelerà anche il direttore del quotidiano del fratello del suo principale cliente [Silvio, per chiarezza] ?
L'articolo è qui e la fonte è il Manifesto.

3 commenti:

Alberto ha detto...

Ghedini lo vedo molto bene vestito da nazista. La faccia ce l'ha.

Paz83 ha detto...

Ghedini è come lo sciacallo, personalmente lo trovo sgradevole...molto

chit ha detto...

Io querelerei direttamente la prostata!? ;-)