mercoledì 15 ottobre 2008

L'Italia alla rovescia

Dunque vediamo, vado a memoria quindi potrei dimenticare qualcosa. Nel caso aggiungete pure quello che vi viene in mente.
C'è stato lo "scandalino" della Carfagna; la questione del lodo Alfano, la cordata per Alitalia, le polemiche sulle trovate di Brunetta e quelle di Maroni. Il decreto Gelmini che taglia scuole e tutto ciò che le concerne. La Caritas ci fa sapere che presto ci saranno 15 milioni di italiani morti di fame.
Nascondono i comma nei decreti legge per far passare qualcosa che possa salvare il culo ai manager e vengono beccati con le mani nel sacco.
Da questa parte c'è stata la manifestazione delle sinistre a Roma e quella di Di Pietro in Piazza Navona.
C'è stato il Primo Maggio e la Guzzanti si è beccata una querela dalla Carfagna.
Sono ripartiti Annozero e Ballarò, Travaglio ha il suo passaparola settimanale sul blog di Grillo e un blog con Gomez e Corrias. Crollano le borse e ci raccontano un sacco di balle [ma questa è faccenda globale, lasciamola stare].
Poi una mattina (questa, per la precisione) apri il sito di Repubblica e scopri che Berluschini è al massimo del gradimento, che la Gelmini e la Carfagna sono le star del Governo, insieme a Brunetta e Maroni.
Supponiamo che il sondaggio sia credibile: mi sento un momentino disorientato.
A cosa servono Travaglio, la Guzzanti, Ballarò e Annozero se, con tutto il rispetto, per carità, a guardarli e ascoltarli siamo solo "noi" e se per caso li ascolta qualcun altro magari pensa che son tutte minchiate?
A cosa serve scrivere inutili mail al Presidente della Repubblica per chiedergli di non firmare un decreto che intanto sarà costretto, per costituzione, a firmare al secondo giro?
Serviranno i pullman del PD del 25 ottobre?
Sta andando tutto alla rovescia, come del resto è sempre andato fin dai tempi della DC. E ti viene il dubbio di non aver capito niente e di aver sbagliato tutto.
C'è un 68% di tuoi connazionali che promuove a pieni voti Berluschini, dopo tutto questo casino. E siamo solo all'inizio: ho capito che andando avanti così, tra tre o quattro anni la percentuale salirà ancora.
Bisognerebbe azzerare tutto e ricominciare da capo, ma da dove proprio non saprei.
Noi, intesi come bloggers, scriviamo post contro, tumblriamo immagini simpatiche e satiriche, denunciamo, nel nostro piccolo, le furbate del governo, poi una mattina ci svegliamo e..ciao eh!

12 commenti:

pibua ha detto...

tutto ciò è disarmante ! :-(

nestorburma ha detto...

Ma ti è mai capitato di guardare il tg2 (quello fascista, pardòn, in quota AN) della sera alle 20,30? Bene, o meglio male. Si possono capire questi dati 'sconvolgenti'; regolarmente vanno in onda: Silvio B., Gasparri o LaRussa, Cicchitto o Bonaiuti; aprono con le visite ufficiali di Silvio B., parlano costantemente, prendendo a pretesto la qualsiasi, degli anni di Piombo (con 'bei' cammei storico-revisionisti sui 'comunisti che ammazzano' - mai i camerati però...), spesso lo stesso fanno con fascismo e Resistenza... può bastare???
Mi dà sempre più l'impressione che, come si suol dire, 'ce le cantiamo e ce le suoniamo fra di noi'...

Prefe ha detto...

#nestor
il tg2 ha una parte , quella che loro chiamano "seconda parte" adibita al revisionismo. Facci caso.

# ed
Bel post, lasci trasparire una tua disillusione sulla possibilità di cambiamento. benvenuto nel mio mondo...

Franca ha detto...

Per fortuna mia, io non credo nei sondaggi...

Basnicchi ha detto...

i bloggerz salveranno l'italia con un meme, ricordalo!

zefirina ha detto...

basta non arrendersi, come sempre e continuare a cercare di far capire a quel 68% che è tutto fumo negli occhi

avereoessere ha detto...

È per questo che ho rinunciato già da tempo a parlare di politica sul mio blog...
Tra l'altro oggi Travaglio è stato pure condannato a 8 mesi!

Ed ha detto...

@ Pibua: e anche allucinante!
@ Nestorburma: non guardo la TV, a parte un po' di sport ogni tanto. Mi accontento degli spezzoni su internet, ma immagino il TG2..
@ Prefe: grazie, com'è 'sto mondo, tanto per sapermi regolare?
@Franca: neppure io, ma sono notoriamente sfigato :D
@Basnicchi: avvolte i meme non bastano (e questa puoi capirla solo tu).
@ Zefirina: e come glielo facciamo capire?
@ Valentina: sì, ho letto di Travaglio e ne ho letta una ancora più carina: è in arrivo il lodo salva Fede!!

Paz83 ha detto...

ecco, il fatto forse, è che abbiamo scritto troppo, parlato tanto, ma poi di concreto non è che abbiamo fatto molto. I blog li leggono i blogger, quindi noi, e pochi altri. Se senti la gente in giro ti risponderà che a malapena conosce i blog. Restano quindi voci in un girotondo (già..a cosa sono serviti anche quelli?) Ne parlavo qualche giorno fa con dunhangst. Abbiamo scritto tanto contro il governo mentre forse, e dico forse, dovevamo scrivere di più per spronare i nostri che intanto indisturbati si ammollacchiavano sugli allori, tra liti, correnti, correntini, alte e basse maree, red e democracy tv. La tv stanno a fare quelli, e poi magari il decreto nemmeno lo leggono bene e se non fosse per la gabanelli che li salva dalla figura di cacca sai te che avventure?

Tisbe ha detto...

I sondaggi sono manipolabili e per questo io non credo ai sondaggi ;-)

chearia ha detto...

Infatti, il problema non è Berlusconi, non è la Carfagna, né Maroni, né la Gelmini, né Brunetta. Il problema sono i nostri connazionali. Ora però guai ad esprimere un giudizio critico su di loro perché altrimenti i sostenitori dei governanti e dell'attuale stato di cose reagirebbero con il solito ammasso di luoghi comuni su quelli di sinistra, che sono così poco democratici e che farebbero meglio a stare zitti, perché si sa che è quello che dicono e fanno loro a decretare il successo di Berlusconi e del berlusconismo.

Riverinflood ha detto...

Nemmeno io ho mai creduto ai sondaggi (di destra, di centro e di sinistra), però ci sono sondaggi che devono apparire credibili per chi già crede; agli avversari che non ci credono resta l'incazzatura e l'impotenza; questo rende più reali i sondaggi proberlusconi.