martedì 15 aprile 2008

Mea culpa

Quello che mi fa girare le scatole è che Veltroni non si rende conto (o fa finta) che i voti li ha beccati anche da quelli come me che hanno sempre votato a sinistra e adesso mi pento di avergli dato il voto al Senato perché è anche grazie al mio naso otturato che la SA ha perso così clamorosamente.
Sono dell'idea che il PD non abbia affatto preso voti dal centro (quelli votano Berlusconi, Walter!), anche se non sono in grado di fare analisi di travasi da qui a là e da là a qui e che la campagna elettorale doveva farla contro Berlusconi, dall'inizio alla fine, perché per me la priorità restava quella di togliersi dalle palle prima di tutto il nanerottolo.
Il suo buonismo, il suo non voler mai nominare l'avversario, ci ha portato a questo punto. Bisognerebbe sapere se l'aveva calcolato.
Ci hanno raccontato che al Senato si profilava un pareggio, vi rendete conto? Anche i sondaggisti manipolano e fanno parte della stessa gang?
Ci hanno raccontato che nella mia Liguria la SA avrebbe avuto un exploit dell'8%. E Berlusconi si è preso pure la Liguria.
Ci sono tante cose che non mi quadrano: la Lega dove li ha presi i voti?
Cinque anni (minimo) senza sinistra nelle istituzioni non ce la faccio a immaginarli. E ieri leggevo su LibMag che Mario Adinolfi (un gran pidiino, liberale e democratico, devo dire) ha dichiarato: "Abbiamo perso. Abbiamo perso anche male. Tuttavia non esiste più la sinistra radicale nel Paese. E’ comunque un risultato."
Contento lui...
Sappia, Adinolfi, e sappiano i tipi del PD, che la prossima volta non mi turerò il naso: è stata la prima e sarà l'ultima.
Restiamo uniti, ok?

13 commenti:

conteoliver ha detto...

Ho letto in giro che dal bacino della sinistra arcobaleno proverrebbero gli astenuti in più, molti voti della lega, molti voti del pd (che compenserebbero quelli persi al centro) oltre naturalmente a quelli dei partiti con falce e martello. Chissà.

Quanto all'unità, temo che cinque anni di governo berlusconi comporteranno un unione fin troppo estesa, una riedizione del "da mastella a turigliatto" di ieri. Anche se oggi il pdci sembra già scalpitare per andare da solo (dove ?)

Anonimo ha detto...

MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!!

GG ha detto...

Caro Ed, a Veltroni non gliene frega una cippa se SA è sepolta, anzi, festeggia con Adinolfi.

Ora però voglio vedere che opposizione riusciranno a fare: si può continuare a chiamarsi democratici se non si riesce ad opporre a Berlusconi nient'altro che equidistanza e buonismo?

mario ha detto...

A frà, ma pensavi veramente che non fosse interessato il messaggio?
Pensa che adesso ti rappresentano Calearo, la Binetti e Colanino.
Non male neh?
p.s.
sai tanto per girare il coltello;-))
Mario

Caska ha detto...

eh si stiamo uniti ce n' è bisogno. reggere 5 anni di Berlusconi non sarà una passeggiata...

Lupo Sordo ha detto...

Dalla sconfitta si dovrà pur sempre risorgere??

Ed ha detto...

@conteoliver: la Lega ha preso voti a Mirafiori e Baggio, per dire.
@anonimo: si guarda, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo.
@gg: lo so, era quello che voleva.
@mario: ecco, sì, continua a girare ;)

Ed ha detto...

@Caska: credo proprio che sarà una dura prova. Grazie della visita.
@Lupo sordo: troppe, alla fine, fanno male.

isline ha detto...

Mi sento molto in colpa...

chit ha detto...

Se la mettiamo così sono un collaborazionista della "distruzione" della SA ma... siamo sicuri non fosse in coma profondo da tempo?? NO, spiacente ma non mi sento collaborazionista della scomparsa di un gruppo che ha cercato il suicidio politico meticolosamente negli anni.

Ho appoggiato un partito, il Pd, che mi sembrava facesse discorsi e affrontasse problematiche un po' più d'attualità di quelle ormai stantie affrontate da Bertinotti & Co. e dal risultato mi sembra l'abbiano pensata in tanti così, o sbaglio?

La Legionaria ha detto...

Col naso tappato siamo stati in molti. Non me la sarei sentita, comunque, di rischiare un governo Berlusconi per non aver sostenuto il candidato con più chances...
Bello il tuo blog, torno a trovarti

Mauro ha detto...

Francamente dare la colpa a Veltroni di questo disastro mi sembra fuori luogo.E' fin troppo facile dare le colpe agli altri, io penso , come diceva giustamente Cento l'altra sera, che abbiamo fallito a livello governativo, agli occhi della gente abbaiamo dato un'idea di divisione, sempre contro.Ho votato Veltroni e francamente non mi pento e credo che questo sia il momento per ritirare fuori gli argomenti che hanno sempre caratterizzato la sinistra.Complimmenti per il blog

Anonimo ha detto...

Chi ha mandato a casa la sinistra radicale, sono stati solamente quelli della sinistra radicale.
Tutti quelli non l'hanno mai votata , non hanno contribuito ne a portarla in parlamento ne a mandarla a casa
Chi invece a smesso di votarla è stato causa del suo tracollo.
Veltroni ha fatto la sua campagna elettorale con la sua coalizione.
La sinistra ha fatto la campagna elettorale con una propria coalizione, sapendo benissimo di essere stati la causa principale del tracollo del precedente governo
Se la sinistra radicale entrava nella coalizione con il PD sarebbero quantomeno in parlamento.
Dare tutta la colpa al buonismo di Veltroni mi sembra quantomeno azzardato. Non ha perso voti ma non ne ha nemmeno guadagnati.
Quanto sulle exit pool, lascia perdere o al limite ascolta quelle del Berlusca.
GP