martedì 27 febbraio 2007

Il Vescovo va al Festival di Sanremo

Per non saper né leggere né scrivere, la Cei quest'anno ha mandato un emissario a dare un colpo d'occhio anche al Festival di Sanremo.
Mons. Alberto Maria Careggio ha benedetto il capolavoro di Al Bano ("Perdono") giusto perché parla di altari, perdoni e matrimoni.
Non ha gradito "Peccati di gola" (profonda) il pezzo di Patrizio Baù (con l'accento sulla u) perché ritenuto scurrile (" In amore è naturale -Liberare l'animale - Quasi chiuso dentro te - Come api sopra un fiore - Fare miele, far l'amore")
Non mi stupirei di vedere qualche vescovo la domenica allo stadio al posto dello speaker e invece di dire le formazioni, dire qualcosa sulla vita, sulla morte e sulle coppie.
E tanto per essere sicuri che il resto d'Italia lo sappia, nel caso qualcuno si fosse dimenticato di Sanremo, troppo a ovest, pure la radio (e immagino anche la TV) ha dato la sensazionale notizia.

6 commenti:

Morgan ha detto...

che se ne andassero af...o! davvero. Scusa la volgarità ma rende l'idea.

Ed ha detto...

Prego! Mi associo in toto.
Grazie della visita.

musicomane ha detto...

Questa cosa non la sapevo mica. Ora...non so se ringraziarti dell'info o arrabbiarmi per avermela fatta sapere :P

Musico.

dottorTroy ha detto...

Da domenica prossima ho intenzione di iniziare a dire messa. Ho preparato il gazebo con l'altare, pane e vino e un bel microfono. Mi piazzerò in mezzo a Piazza Risorgimento (per chi non è di Tor Pagnotta, sta accanto a Piazza San Pietro) e con il mio bel messale comprato su ebay, inizierò a dire la messa.
Chissà che cazzo dirà Ruini di questa invasione di campo.

informatore ha detto...

Ed, uniamoci in coro contro chi ci vende CD originali di scarsa qualità, aspetto un tuo commento al mio ultimo post...

pibua ha detto...

Il vescovo sarà contento: Baù l'hanno fatto fuori...