martedì 23 gennaio 2007

Prodi spia Kgb

Sentita stasera a Zapping. Pare che un video trasmesso dalla BBC mostrerebbe Prodi in compagnia di un agente del Kgb.
E' stato qualcuno a dirlo a qualcun'altro il quale poi l'ha riferito a un amico che l'ha detto........
Adesso cosa dirà a Putin? Adesso cosa dirà Guzzanti? E Feltri? E Betulla?
Che rottura di palle.
Potrei parlare dell'Inter, toh.
Pare che il Maestro Rossi abbia detto che a Mancini dello scudetto 2006/2007 non può importargliene di meno perché anche tra trent'anni gli faranno notare che l'ha vinto con la Juve in serie B e il Milan penalizzato. Ragion per cui dovrebbe vincere la Coppa Italia (pare che sarebbe la terza) e quella dei Campioni. Auguri!
Mi guardo Prison Break, merita di più, moooooooolto di più!

5 commenti:

mario ha detto...

Manda poi un sunto a Romano su come si scappa da una prigione americana.
Di questi tempi vista la gente che ha frequentato.
P.S.
io ne ho visto,invece, uno in cui si accompagna a Ruini. Mi sono preoccupato!

Pignolo ha detto...

bè, io a mancini lo rinfaccerei volentieri! ;)

comunque prodi ce lo vedo vestito con l'impermeabile, il cappello, gli occhiali scuri, in un garage mentre fuori piove, che incontra un ufficiale del KGB mentre lo saluta offrendogli una sigaretta.

Lameduck ha detto...

Il mio nome è Prodi, Romano Prodi.

Ed ha detto...

Lameduck :D

Inter Club "Zlatan Ibrahimovic" di Camporosso ha detto...

L'Inter NON si tocca.
Abbiamo vinto lo scudetto dei giusti, quello del 2005/2006. E ora stiamo conquistando sul campo, nel rispetto delle regole e della legalità, quello che ci è stato sottratto per troppi anni, per colpa della "cupola" che è stata giustamente spazzata via dalle indagini di Calciopoli, grazie al coraggio mostrato dal Commissario straordinario Federcalcio Guido Rossi e dal Magistrato responsabile dell'Ufficio Indagini Federcalcio Francesco Saverio Borrelli.
Evitiamo di dire stupidaggini, per piacere!
Se proprio continuiamo a credere alle favole televisive, allora abbiamo dimenticato i contenuti degli atti giudiziari, diffusi da "L'Espresso" nei due libri (che posseggo gelosamente) del "Libro nero del calcio", diffusi nel mese di giugno 2006.
Abbiamo subito troppi soprusi. Quanto stiamo conquistando faticosamente ora è la dimostrazione che l'Inter è stata penalizzata da una "cupola".
La giustizia ha premiato il coraggio e la perseveranza di tre grandi uomini di calcio e onore: i compianti Peppino Prisco e Giacinto Magno Facchetti, e soprattutto il nostro grande presidente Massimo Moratti.
Pertanto...Giù le mani dall'Inter!!!
SALUTATE LA CAPOLISTA!!!!!