giovedì 11 gennaio 2007

Assassini

I razzisti, i fascisti e gli ignoranti che in principio avevano detto che a compiere la strage di Erba era stato il tunisino, devono riflettere e pensare che gli assassini, qualche volta, sono padani purosangue.

13 commenti:

Anonimo ha detto...

Non pensare che a crederlo siano stati solo loro.
O manca qualcuno nell'elenco, o pensi che tutti gli altri non abbiano il dono dell'intelletto.
GP

Dblk ha detto...

Perfettamente ragione. Ciao, Dblk

Ed ha detto...

@GP: no, credo proprio che nell'elenco ci siano tutti.

Prof.Spalmalacqua ha detto...

Non credo che si accorgeranno mai di essere razzisti. Stamattina ho sentito l'intervista agli abitanti di Erba fatta dall'inviato di radio Popolare (non credo la sentirete mai in TV) e sono rimasto scioccato. La popolazione si ostina a parlare del marito e di tutti gli immigrati senza distinzione come causa di tutti i mali. Qualche frase che mi ricordo:
"Il marito dai aveva troppi soldi, continuava a fare viaggi in Tunisia";
una donna dice:
"non è una questione di razzismo però dai...";
un uomo ha detto "si è vero, questa volta sono stati due italiani ma quelli lì ci hanno rotto le palle";
Un'altro anziano ha detto: "voi di dove siete? di Milano, (risata), là è un disastro, guardate cosa ci avete a Opera".
Altro che chiedere scusa, come chiede il marito.
Prof.Spalmalacqua

Massimo ha detto...

ben detto ed, anch'io vorrei sentire le scuse dai padani di erba, ma tra pene e cervello l'hanno troppo piccolo.
OT aggiornato il link, caro brother, buon tutto per questo 2007

mario ha detto...

prima informazione fu su un delitto commesso da "albanesi".
Vi ricordate di quando, ad Ostia, un rumeno ubriaco investì ed uccise un ragazzo in bici e di tutta la campgna mediatica che si scatenò allora? Cosa è successo per lo stesso tipo di evento accaduto per colpa di un nostro connazionale qualche giorno fa?
Vedo tante piccole persone in giro per il mondo, gnomi nell'animo e giganti nell'intolleranza.

mario ha detto...

Vi ricordate di Novi Ligure e di Erika? La prima informazione fu su un delitto commesso da "albanesi".
(scusate mancava un pezzo)

velenero ha detto...

Nulla di cui stupirsi... gli stessi giornalisti che prima condannavano senza processo "l'africano di merda", adesso dicono... uh, poveretto... solo perché è extracomunitario, mica doveva essere colpevole per forza...!

That's italian style!

matteo ha detto...

Ho letto un post a questo proposito sul blog di Lia Celi; ve lo segnalo perchè ne vale la pena. Lo trovate qui

Anonimo ha detto...

Però ED devi ammettere che solitamente gli omicidi più efferati sono stati eseguiti dai parenti o conoscenti. Efferati, intendo nell'esecuzione, con tanto accanimento, nei quali non ci si è limitati al colpo di pistola, ma da una serie infinita di coltellate o altro.
Non condivido quello che hai scritto xchè anch'io ho pensato al marito, non xchè fosse albanese, ma xchè era il parente più prossimo
GP

Anonimo ha detto...

Scusate "tunisino", non "albanese"
GP

beppestarnazza ha detto...

La strada della tolleranza è ancora lunga ... Ma c'è una cosa che mi ha veramente fatto pensare: una delle ultime immagini dell'assassino prima dell'arresto. Il volto di un assassino, appunto, impunemente lì, senza veli. Qualcosa di una pornografia assordante: una volta si leggeva solo la notizia, oggi (nel bene e/o nel male) non possiamo risparmiarci i dettagli. Direi che dobbiamo darci una calmata. Un saluto.

m_variabile ha detto...

Giusto. Per questo tra i miei propositi dell'anno nuovo c'è di non cadere nei facili pregiudizi... nelle convinzioni che ci credono sicuri tra le nostre mura... e ci fanno etichettare gli altri come sbagliati a prescindere...