lunedì 6 novembre 2006

La compagna Tiziana

Avevo perso le tracce di Tiziana Maiolo.
Che volete, anche se uno è assessore al Comune di Milano, è probabile che a duecento chilometri più a sud ovest non si sappia neppure della sua esistenza, a meno che non vada a finire sui media.
E adesso la Maiolo è agli onori delle cronache per via della scuola araba riaperta a Milano perché anche alla radio ha detto: "Voglio vedere le regolarità e anche vedere con i miei occhi la vergogna delle bambine con il velo".
Io me la ricordo la Maiolo: era una comunista.
E lo era convinta.
E adesso sta in Forza Italia.
Mi domando come possa una persona vivere comunista per metà della vita e forzista (per non dire reazionaria) per l'altra.
Per dire: quando alla Maiolo le è girato il boccino, si è presentata a qualcuno di Forza Italia e gli ha detto: "Salve, ero comunista e adesso vorrei entrare il Forza Italia, cosa devo fare?".
Quali procedure avrà dovuto affrontare?
So che un divorziato normale se vuole ottenere il divorzio dalla Sacra Rota per risposarsi in chiesa e tornare a fare la comunione, ne passa di cotte e di crude. Ti fanno gli interrogatori davanti a una giuria, tipo tribunale speciale, ti chiedono anche quanti rapporti sessuali avevi con la tua ex moglie.
E paghi, paghi come un banco, e forse, alla fine ce la fai: dopo svariati anni ottieni il divorzio e sei felice perché un giorno potrai di nuovo sposarti in chiesa.
La Maiolo avrà avuto esperienze simili?
Francamente vengono da pensare due cose: o fingeva prima o finge adesso. Insomma: se non ha battuto violentemente la testa da qualche parte, trattasi di persona poco affidabile.

2 commenti:

velenero ha detto...

In effetti è una cosa che mi sono sempre chiesto anch'io... come si fa a dimostrare la propria buona fede quando si cambia bandiera?

Tipo, ti fanno cantare Bandiera Rossa al contrario? Bah!

Lameduck ha detto...

@ velenero
occhio, che cantando Bandiera Rossa al contrario compaiono i messaggi satanici!