lunedì 25 settembre 2006

Il Grande Orecchio

Francesco Caccavella su Repubblica.it ci regala una bella miniguida per aiutarci a rendere più sicure le nostre mail intercettate, lette e studiate dal Grande Orecchio.
La soluzione starebbe nella crittografia.
A me ha fatto venire in mente Totò, che nel film "I due marescialli" controllava la posta e la censurava.
Di seguito la lettera che intercettava:
"Egr. dott. Traversi*,
abbiamo ricevuto la gradita vs.** spedita il giorno 6 c.m.***
E inoltre speriamo spedirvi la merce da voi richiesta tra il giorno 18 e il 20 pp.vv.****


E come la decifrava:

*"Questa lettera mi puzza di abbruciaticcio, questa mi sa un cifrario segreto."
**"Volantini Sovversivi"
***"Cannoni e mitragliatrici"
****"Postole, proiettili e V2"

Qui cascava l'asino, sul pippivuvvù e qui casca l'altro asino.

1 commento:

Ginex ha detto...

Si, adesso scriviamo pure con gli asterischi...maporcaputt...ma non sanno più cosa inventarsi ?? Ma leggetevi le mie email in pace...fate pure...