lunedì 27 luglio 2009

Va tutto bene, anche nel governo

"La democrazia non si esporta". Quando l'ho letto l'ultima volta, pochi secondi fa, ho fatto un salto sulla sedia. Perché non è che l'abbia detta Franceschini o qualche altro anarcoinsurrezionalista pacifista e mangiabambini tipo che so, Rutelli o Tabacci, no no, l'ha detta il dent. (che sta per dentista) Calderoli, ministro della nostra repubblica.
Dunque nel governo c'è chi vuole mandare in Afghanistan più Predator (La Russa), chi più Tornado (Frattini) e chi (prima Bossi e ora Calderoli) al contrario vorrebbe riportare tutti i nostri soldati a casa, anche quelli che sono in Libano e nei Balcani. Viene da chiedersi quale sia stato il vero motivo per cui gli uomini veri del carroccio si siano improvvisamente svegliati con questa voglia di ritiro. E' che i leghisti hanno le voglie, le più svariate e bizzarre: quella dei respingimenti e delle ronde prima, quest'altra del ritiro adesso.
Forse vorranno dispiegare l'esercito italiano direttamente sulle nostre coste perché al limite quei brutti musulmani potremo stenderli sul bagnasciuga.
Salutiamo con piacere, in ogni caso, gli effetti dei colpi di sole al ministro dentista e a quello elettrotecnico: ciao!
Una cosa è quasi sicura: i leghisti e quelli che vengono da AN, i post fascisti - che devo ancora capire se sono post, tumblrate o twittate - non si possono vedere di buon occhio.
Ma stasera tutti a cena dal Capo, poi un bel ruttino e tutto tornerà alla normalità.
Nel frattempo, dall'altra parte della maggioranza, se la sono presa prima con Debora Serracchiani e poi con Rosy Bindi. La prima aveva detto che starà con Franceschini perché è simpatico, la seconda ha fatto quello che molti di noi avrebbero fatto da quel dì: mostrare la porta a Rutelli e dirgli di prenderla.
Apriti o cielo! Le due ragazze sono state sommerse dalle critiche. Dov'è finita, tra l'altro, la solidarietà femminile, nel partito democratico?
Ma in fondo a una buona parte degli italiani non importa più del dovuto se il PD sarà "anche" un partito di sinistra e sono altre le domande a cui dovrà rispondere Pierluigi Bersani, il prossimo segretario: l'inverno sarà mite o freddo? L'Inter vincerà di nuovo lo scudetto oppure il Catania e il Bologna le daranno filo da torcere? La Juve passerà ai quarti o si fermerà di nuovo agli ottavi, in coppa campioni?

3 commenti:

guccia ha detto...

Questo post andrebbe incorniciato

zefirina ha detto...

quell'anche è rivelatore e dice tutto!

ma anche no

Andrew ha detto...

il tuo post è fantastico, bravo!