martedì 12 maggio 2009

Benedetto XVI e la Shoah

A Gerusalemme il Papa invoca a non negare la Shoah, ma non pronuncia mai i persecutori: i nazisti tedeschi.
Potrebbero offendersi.
[Qui]

6 commenti:

zefirina ha detto...

dopo dovrebbe ricordarsi di esserlo stato anche lui

Anonimo ha detto...

..forse il fulcro del discorso del Papa era che il nazismo non si impadronisca più del cuore di nessun uomo..indipendentemente dalla nazionalità..

Paz83 ha detto...

che strano ;)

chit ha detto...

Equilibrismi diplomatici...

flo ha detto...

Inspiegabile eh...

Andrew ha detto...

mah