sabato 17 gennaio 2009

Qualcosa su Annozero, Santoro e la Annunziata

Non ho visto Annozero, giovedì scorso, ma ho letto le polemiche scoppiate il giorno dopo e ho guardato il video dell'ormai famoso abbandono della Annunziata.
Premetto una cosuccia, per chi non mi conosce: Santoro e la Annunziata non mi sono mai stati particolarmente simpatici.
Detto questo, e letto che il conduttore è stato accusato di aver fatto una trasmissione troppo "sbilanciata" dalla parte dei palestinesi, mi domando cos'altro ci si poteva aspettare e non capisco tutto questo stupore.
Santoro, da quanto ho capito, avrebbe fatto meglio a perfezionare la trasmissione, per par condicio avrebbe dovuto dedicare lo stesso tempo ai palestinesi e agli israeliani, invece pare che così non sia andata.
Ma, ripeto, io non mi stupisco. Anche se il canone lo paghiamo noi, si sa come vanno le cose. Allora cosa si dovrebbe dire di Vespa e delle sue porte a porte in faccia?
Il fatto grave, per quanto mi riguarda, è quello avvenuto tra lui e la Annunziata.
Lei si è permessa di fare una giusta e, se vogliamo, lapalissiana osservazione e lui le ha risposto con arroganza e senza alcun rispetto.
Ecco: a me ha dato fastidio quello. La mancanza di rispetto. E ci sono rimasto male perché se a una persona garbata che esprime il proprio parere si risponde: "Non dire fesserie", siamo messi male.

14 commenti:

Giuseppe ha detto...

Santoro è stato accusato di essere a favore dei palestinesi e contro Israele? ...però a questo punto peccato che non abbia invitato D'Alema e soprattutto che non abbia riportato le dichiarazioni della Chiesa... ;-)

Io ho visto la trasmissione e sinceramente ho avuto l'impressione che la Annunziata abbia cercato la polemica. Ad esempio, non gli andava bene che parlassero due ragazze, una israeliana e una palestinese, perché riteneva che fossero troppo coinvolte per parlare. Oppure non gli andava bene Rula Jebreal che parlava delle vicende della politica israeliana e palestinese, la Annunziata diceva che non interessavano (in studio però c'era anche un esperto che giustifica Israele dicendo anche che le bombe al fosforo bianco sono perfettamente lecite, ecc. ecc.) e che bisognava parlare di quello che l'Italia e l'Europa possono fare per fermare la guerra (a questo proposito c'è lo sfogo finale di Santoro, ma con la brutta battuta sull'Africa rivolta al comunque inutile Veltroni). Quindi per me la Annunziata ha cercato stranamente la polemica, pretendendo la trasmissione in un determinato modo, mentre Santoro più che fornire delle proposte ai politici voleva analizzare il conflitto e fare la cronaca di quello che è successo. Secondo me è troppo riduttivo vedere l'uscita della Annunziata senza vedere i suoi interventi, il suo comportamento è stato un po' come quello di Berlusconi con lei... :-(

Ed ha detto...

@Giuseppe: io non discuto sulla trasmissione e il contenuto. Mi sono limitato a dare un giudizio su come Santoro ha trattato la Annunziata e lì per me ha fatto la figura del cafone.

Giuseppe ha detto...

Ed, anche a me non piacciono quel tipo di reazioni, però oltre alla trasmissione e al contenuto c'è che la Annunziata ha ripetuto più volte quella critica: se ogni volta che ti viene data la possibilità di parlare critichi la trasmissione allora il conduttore che deve fare, evitare di farti parlare in modo da non sprecare tempo? Immagina appunto la Annunziata con Berlusconi, in quei pochi minuti che le venivano (?) concessi: Berlusconi pretendeva di farsi le domande e di dare le risposte e allo stesso modo la Annunziata pretendeva di essere ospite e conduttrice. Prendo di nuovo l'esempio di Rula Jebreal, la Annunziata non aveva detto che diceva caxxate ma che nella guerra tra palestinesi ed israeliani era inutile parlare della politica israeliana e palestinese! Quindi capisco la tua critica, ma per me alla fine la Annunziata è stata sfruttata dai politici che criticano Santoro (e secondo me non sono solo i politici del cdx...) per dire che è fazioso e invece non ho visto riportate altre immagini che non fossero quelle dell'uscita della Annunziata.

paoladany ha detto...

nEMMENO IO HO VISTO LA TRASMISSIONE eD, HO VISTO TUTTII COMMENTI. pEò SONO D'ACCORDO CON TE PER QUANTO RIGUARDA LA MALEDUCAZIONE.

Alberto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alberto ha detto...

C'è una trasmissione televisiva che si occupa di una guerra, o di un massacro, dipende dai punti di vista, che sta accadendo su una costa del nostro Mediterraneo. La trasmissione forse è faziosa, anche lì dipende dai punti di vista. C'è uno scazzo tra il presentatore e un'ospite, due primedonne. Quella guerra, o massacro, comunque sempre grande tragedia, non è più l'argomento di cui si dovrebbe parlare, ma diventa argomento di cui parlare lo scazzo avvenuto in quel non luogo di non vita che è la televisione. La società dello spettacolo ormai ci ha obnubilati.

Ed ha detto...

@Alberto: allora cercherò di essere più chiaro. Il modo in cui Santoro ha trattato la Annunziata, per me, è da cafoni, a prescindere.

bruno ha detto...

fossero stati solo Santoro e la Annunziata a parlarsi sarei daccordo nel dire che Santoro è stato poco educato

ma in una trasmissione televisiva non ci i rivolge al proprio interlocutore bensì al pubblico a casa...

Lucia Annunziata, oltre ad essersi erta a persona intellettuale e più idonea a discutere della questione palestinese di una ragazza israeliana e un palestinese, ha ripetuto per ben TRE volte la stessa critica a Santoro sul modo in cui conduceva la trasmissione...

Una volta la critica è ben accetta, due volte può servire a rimarcare il proprio dissenso, ma insistere continuamente con la stessa frase non poteva sortire altro effetto che la reazione di Santoro

cos'altro avrebbe dovuto fare Santoro? forse ignorarla? chiedere scusa pubblicamente? i nostri telegiornali non sono accusati di faziosità quando non mostrano le immagini delle vittime a Gaza facilmente reperibili in rete, non sono accusati di faziosità perché non protestano contro Israele che vieta l'accesso ai giornalisti...

anche la Annunziata ha preteso, quando intervistò Berlusconi, che lei fosse la conduttrice e Berlusconi l'intervistato

oggi non vogliamo riconoscere che Santoro era il conduttore e la Annunziata un'ospite

se Lucia avesse voluto esprimere il suo dissenso sul modo di condurre la trasmissione l'avrebbe dovuto fare in altra sede.. e questo per educazione

mario&red ha detto...

A parte la considerazione che di immagini di israeliani fatti a pezzi non ce ne sono da far vedere di questi tempi, mi chiedo : il problema è santoro e la sua maleducazione?

L'Annunziata ha fatto la stessa figura di berlusconi. Ha voluto dare una lezione su come deve essere condotta una trasmissione che non è sua.
Un bel modo per interloquire con un collega.

Per me santoro ha fatto bene, una così si deve prendere dei calci nel culo perché è evidente la sua disonestà intellettuale.

Signor Ponza ha detto...

Io non ho visto la trasmissione per intero, ma concordo con chi dice che l'impressione è che l'Annunziata abbia voluto andare in casa d'altri e insegnare come va fatta una trasmissione, tenendo poi lo stesso comportamento di Berlusconi quando si alzò e se ne andò nella sua trasmissione. I maligni dicono che la Annunziata così facendo si è assicurata un posto nel prossimo cda Rai...

Tisbe ha detto...

I punti sono 3
1) è assurdo che si parli di Santoro e annunziati e non si parli dei massacri
2) la Annunziata non avrebbe mai dovuto criticare per ben 3 volte pubblicamente l'operato di un suo collega - e qui la magra figura l'hanno fatta entrambi ma ha cominciato la "femmina"
3) si parla tanto di vittime civili israeliane ma io non ne ho visto mezza... qualcuno dice che gli israeliani sono più pudici a mostrare cadaveri, io invece sostengo che non può essere perché ancora oggi a distanza di anni ricorrono ai cadaveri di 50 anni fa per intenerire il resto del mondo quando hanno in mente una carneficina.
Israele non ha nessuna scusa: ha ucciso bambini e non può essere scusato!

Ed ha detto...

Tisbe sono costretto a farti notare, per la precisione, che non è il caso di tornare indietro di 50 anni per trovare cadaveri israeliani. Se hai voglia (e ancora non l'hai fatto)leggi questo libro e conterai anche vittime israeliane. Te lo dico senza polemica, ma giusto per tua conoscenza.

Tisbe ha detto...

Non ho detto che non ci sono vittime israeliane. Ho detto che sono di numero molto ma molto ma molto inferiore alle vittime palestinesi. 1/1000 Inoltre non mi risulta che in questa "guerra" ci siano stati morti civili israeliani. Io ho sentito parlare solo di feriti. Dai Tg nazionali, non dalla Pravda ;-)

chit ha detto...

Premetto che neanch'io ho visto la trasmissione ma solo qualche brano su youtube. Concordo, il Santoro post editto bulgaro è diventato un po' troppo arrogante a volte.

Ciò premesso credo che però non si possa non appoggiare il fatto di aver messo in piedi quel tipo di puntata con quel taglio. Mi sembra fosse anche un po' quel che si chiedeva dai blog di far parlare delle vittime no?

E poi, appunto, se va in onda Vespa...