lunedì 14 gennaio 2008

Legge elettorale: sistema al pesto

La lege elettorale che sogno io è la seguente.
Sbarramento allo 0,01% così Dini potrà farsi un partito, un quotidiano di partito (volendo anche online) e la smetterà di rompere le scatole.
Il capo del governo potrà essere intercambiabile. Supponiamo che vinca le elezioni la coalizione in cui ci siano anche il PD e il PDL: Veltroni sarà premier per sette anni e Berlusconi per altrettanti. Sì perché le legislature dureranno quattordici anni. Per stabilire chi comincia si tira la monetina nella fontana di Trevi e Mastella si tuffa di testa a prenderla. Di lui ci si può fidare e ha la testa dura.
Una volta formato il governo, senatori e deputati potranno cambiare schieramento a loro piacimento, a titolo gratuito e a intermittenza, a patto che se si cambia schieramento, si debba stare lì almeno per due mesi. In questo caso però non si potrà partecipare alla coppa dei campioni.
I senatori a vita, che diventeranno venti, potranno restare tali fino a che non perderanno completamente il lume della ragione. A stabilire che le loro rotelle sono tutte a posto, ci sarà una commissione apposita formata da Calderoli, Volonté, Bondi, Emilio Fede e Giuliano Ferrara (un comunista bisognerà pur mettercelo) che faranno una sorta di tagliando annuale ai suddetti senatori.
In parlamento entreranno finalmente più donne: la legge elettorale al pesto prevede infatti che, per aumentare le quote rosa, dovranno anche essere elette cinquanta suore di età non superiore ai trent'anni, con calze nere autoreggenti. In parlamento potranno continuare a chattare, basta che quando c'è da votare seguano le istruzioni della Binetti.
La scheda elettorale non dovrà superare la misura di 100x60 cm. e la grandezza dei simboli sarà direttamente proporzionale alla percentuale di voti che un sondaggio preventivo assegnerà ai vari partiti.
Il puntino nero in basso a destra è quello del partito di Dini.

.

11 commenti:

capemaster ha detto...

Dini chi?

S.B. ha detto...

Rido. E piango. E rido. E piango (continua..)

GG ha detto...

ah ah ah io voterei sicuramente Dini!! Non potrei mai perdermi il suo giornale di partito (in cui lui magari fa tutto, anche i necrologi, e i nomi dei morti si chiamano tutti come lui!!) :D

Lupo Sordo ha detto...

Io ci metterei anche i pinoli...

Stefania ha detto...

Questa si che è una legge elettorale coi fiocchi! :-D

pibua

signor ponza ha detto...

Mi sa che questa è la bozza su cui stanno lavorando.

BC. Bruno Carioli ha detto...

Una grande riforma, ma a parte qualche piccolo particolare non siamo già messi così ?

Negroski ha detto...

Mi piace!

Carmelo ha detto...

Cattivissimo!!! :-D

zefirina ha detto...

ah ma allora tu ce l'hai con me: una legislatura che dura 14 anni a me mi (rafforzativo) mi ammazza!!!!
archivia archivia archivia
trascrivi trascrivi trascrivi

ti immagini le c....e che mi toccherebbe classificare in 14 anni, ah la mia prima legislatura.... l'ottava... ero così giovane....

Franca ha detto...

Mi piace!