martedì 18 dicembre 2007

Playlist

Come ogni anno, da un po' di tempo a questa parte, aspetto di leggere sulle riviste specializzate e sui siti, le classifiche dei migliori dischi usciti nel 2007.
Finora ho visto quelle di Rumore e Alias di sabato scorso e devo fare un appunto a Il Manifesto e una piccola parentesi sul suo inserto settimanale.
Ho tutti i numeri in soffitta e lo conosco bene. Fin da quando era uscito avevo trovato la grafica e l'impaginazione affatto "innovativa", ma piuttosto bizzarra.
Si sapeva dove iniziava un articolo, ma per capire dove fosse la continuazione mi ci voleva un po'. Lascio da parte le polemiche sulle recensioni dei libri e gli articoli su certi autori perché mi domando a chi (dato che immagino la maggior parte dei lettori de Il Manifesto in una certa fascia sociale) possa interessare questo o quel personaggio di 500 anni fa.
Ora, dopo 48 numeri acquistati senza batter ciglio (anche dopo l'aumento a 2,50 euro), mi ritrovo il numero con la playlist pressoché illeggibile, elencata giornalista per giornalista. E non è carino. Bisognava poi fare una media e infine una lista dei venti dischi preferiti, secondo me.
Come fanno Rumore e Rockerilla, per esempio.
E tornando al punto, ho sott'occhio la lista del mensile di Claudio Sorge che stila la seguente classifica (non metto il titolo del cd perché è sottinteso che è quello del 2007):
WARLOCKS
LCD SOUNDSYSTEM**
GRINDERMAN
LOW*
DOWN
!!!
RADIOHEAD*
BATTLES
TEATRO DEGLI ORRORI
MAXIMO PARK
ARCADE FIRE*
AMY WINHOUSE*
BLACK LIPS
HIGH ON FIRE
THE GOOD THE BAD AND THE QUEEN
CHROME HOOF*
YEASAYER**
DEMON'S CLAWS
TIME FLYS
DILLINGER ESCAPE PLAN

Ho ascoltato quelli contrassegnati dall'asterisco (i due asterischi stanno a indicare quelli che più mi sono piaciuti).
Ora, in attesa di leggere la playlist di Rockerilla e qualche altra, c'è qualcuno di voi che abbia voglia di consigliarmi qualche altro CD?

10 commenti:

diderot ha detto...

The Shins - Wincing the night away

zefirina ha detto...

non sono alla tua altezza

Negroski ha detto...

Daniele Silvestri e Cristina Donà per l'Italia, Menomena e The Fratellis (anche se l'album è uscito fine 2006) per l'estero.

guccia ha detto...

Quello di Amy winhouse è piaciuto un sacco anche a me, ma è una vita che non compro un disco-novità per sentirmi di consigliarti qualcosa di nuovo! Antichità più o meno antiche volentieri, mi sono gettata sullo gipsy swing ultimamente...
Qui in edicola c'è chi evita di comprare il manifesto qando c'è alias e chi lo compra solo quando c'è... diverse scuole di pensiero ;)
Grazie dei consigli!

Franca ha detto...

Non contare su di me: io vado solo a cantautori italiani impegnati

diderot ha detto...

e anche
Blonde Redhead - 23

Ed ha detto...

@Diderot e Negroski: grazie, cercherò di ascoltarli.
@Zefirina: magari l'hai sentito qualcosa che ti è piaciuto, no?
@guccia: pure io ascolto prevalentemente dischi degli anni settanta, ma giusto per avere un'idea di come si è evoluto il rock (o quel che ne è rimasto)ascolto anche qualcosa di nuovo.
@Franca: non c'è problema, perlomeno sei stata gentilissima a dirmelo e ti ringrazio.

dalianera ha detto...

A me è piaciuto l'album dei Six Organs Of Admittance, dal titolo Shelter From The Ash.

novalis ha detto...

Faccio prima a segnalarti la mia topten:
http://appuntinovalis.blogspot.com/2007/12/my-fifteen.html
Ciao coetaneo!

iggy ha detto...

23, l'ultimo dei blonde redhead. decisamente.