venerdì 6 luglio 2007

Signore si nasce

Senza starmi a spingere troppo in là, mi chiedo:
1) Questa simpatica signora ha preso in considerazione i sentimenti dei genitori di Carlo Giuliani?
2) Se finisse stritolata da un TIR, qualcuno ci farebbe un post strappandosi i capelli dalla disperazione?

6 commenti:

Tony ha detto...

Forse Renato Farina, dato che non può piu fare il giornalista :D

poldone ha detto...

io il post glielo farei. ma solo se a guidare il tir c'e' de gennaro.

chit ha detto...

Caro Ed, il G8 è stata una delle pagine più tristi della storia e tutto questo ne conferma la bassezza di azioni e quant'altro da parte di entrambe le fazioni.

Alla Diaz, e si sapeva da subito, così come in via assarotti e così come in altre mille posti, sono stati commetti atti al limite del tollerabile. Conosco personalmente medici "neutrali" intervenuti al carcere di Bolzaneto che mi hanno raccontato scene che pensavo di aver visto solo nei film.
Ciò non toglie che per quelle che sono le MIE idee e le mie modalità di "protesta" non concepisco nè passamontagna, nè tantomeno estintori. Se Carlo Giuliani avesse avuto il volto scopert e una bandiera della pace in mano mi avrebbe fatto pena; così come l'ho saputa e vista la scena, permettimelo... me ne fa molto meno.

Ciò premesso sinceramente più che un tir augurerei a questa poliziotta invece una vita di "ripensamenti" e convivenza con una coscienza ed una memoria che prima o poi torneranno e... se c'è una giustizia "divina" (e c'è!) altro che 1 a 1 ...

Franca ha detto...

Io a Genova avevo mia figlia.
Non ci sono parole per descrivere l'angoscia che ho provato quei giorni così come non ci sono parole per descrivere la rabbia che ancora provo per quello che è accaduto.
Alla gentile "signora" non posso far altro che augurare di trovarsi un giorno in una situazione simile, ma che questa volta il figlio sia il suo.

mvariabile ha detto...

Non so, ogni volta rimango sbalordita dalle cose che, poco a poco, emergono. Mi fanno paura. Mi chiedo in che razza di stato viviamo. Mi chiedo cosa posso fare io. Mi chiedo perchè devono essere passati così tanti anni e mi chiedo cosa ancora si scoprirà nei prossimi. Mi risposnde un silenzio agghiacciante. Che mi preoccupa. Non poco.

pibua ha detto...

La cattiveria umana non ha eguali in nessuna specie vivente...non ho davvero parole per descrivere quello che mi suscita pensare a quella "donna" e alle parole che le sono uscite dalla bocca. L'unica cosa che le si può augurare è di provare direttamente cosa si sente a perdere un figlio in quel modo.