mercoledì 27 dicembre 2006

Campioni d'inverno

Uccidiamo delfini in Afghanistan, stiamo per uccidere Raìs in Iraq dove abbiamo portato la democrazia con una votazione straordinaria che sta costando cara e si ha il coraggio di dire che "non stiamo vincendo, ma non stiamo neppure perdendo".
Pareggiamo?
I morti americani in Iraq sono 2.974, quelli dell'11 settembre 2973. Il Pentagono, indietro nei conteggi, è in arretrato di 16 morti.
Forse sarà il caso di ricontare. Che ne dite, italici guerrafondai?

6 commenti:

capemaster ha detto...

diranno sempre che è meglio così.

Ajeje87 ha detto...

in fondo stiamo pareggiando...

contevico ha detto...

Stiamo pareggiando ma adesso ci sono i tempi supplementari.
Poi magari si va ai rigori.

Ed ha detto...

@Cape: lo so, purtroppo
@Ajeje87 e Conte: sì, e dopo i rigori tiriamo la monetina (bomba fine di mondo).

Lameduck ha detto...

In questa sporca faccenda c'è di tutto, pure il gol fantasma. Non dimentichiamo i morti in Afghanistan, dove i Taliban stanno rioccupando gran parte del territorio. E quella t.d.c. del telegiornalista che definisce quella in Afghanistan "missione di pace". Ma come, se partirono in tromba per "vendicare" i morti del 911, incazzati come pantere!

Ed ha detto...

Ecco vedi Lame, pure i telegiornalisti a furia di sentirlo ripetere poi fanno confusione. Ricordiamoglielo in coro: quella in Afghanistan è una guerra, quella in Iraq è una missione di pace.