venerdì 24 novembre 2006

Morti

Tisbe mi chiede ironicamente se mi sono ridotto a parlare di morti e questo post è dedicato a lei.
E' morta la pace.
E' morta la democrazia.
E' morto il centro sinistra.
E' morta la sinistra.
E' morto il governo.
E' morto il rock.
E' morto il cinema.
E' morta l'arte.
E' morta la cultura.
E' morta la tolleranza.
E' morta la felicità.
E' morta la trasgressione.
E' morta la rivoluzione.
E' morta la memoria.
E' morta la storia.
E' morta la solidarietà.
E' morto il passato.
E' morto il presente.
E' morto il futuro.
E' morta la vita.
E' morta la morte.
E' morto il vinile.
E' morta la televisione.
E' morta la passione.
E' morta la foglia.
E' morta la voglia.
E' il cambiamento di stagione.


Musica: Fall In The Light - Lory Carson & Graeme Revell - Strange Days Soundtrack

3 commenti:

tisbe ha detto...

è così dura stare al governo? non è che antropologicamente la sinsitra non è adatta a governare? Allora a ragione Moltitudini

tisbe ha detto...

HA RAGIONE
(i miei neuroni si sono presi una vacanza)

mario ha detto...

Io sono pessimista. Ma tu! Intimamente sento che hai ragione, poi guardo mio figlio di 12 anni e riparto a seminare un pò di sogni e di passione.
La sinistra non è antropologicamente inadatta a governare. Lo sono quelli che hanno buttato nel cesso quello che sono stati e che continuano a frequentare, con incarichi importanti, la grande famiglia.
Uno per tutti il magico Dalema, sua immagine governo post prodi 1- accoglie per governare, nella compagnia, post fascisti come Misserville, ex golpisti come Cossiga, ex Forzisti come l'ex presidente del senato 8mi sono scordato il nome).Si dirà, inguaribili idealisti privi di realismo la politica è mediazione e blà blà blà tutte le cose che sappiamo già e con le quali moriremo da vecchi (molto vecchi). Che fare per riprendere un pò di brio? Il dibattito è aperto bellezze.
Ciao Ed e metti un pò di punk