mercoledì 30 agosto 2006

Curiosità II: la soluzione

Grazie alla preziosa indicazione di Black Sail, che ringrazio sentitamente, ho trovato su La Stampa di domenica 27 agosto, a pagina 7, l'articolo che soddisfa la mia curiosità riguardo la paga dei soldati in missione all'estero.
I soldati italiani in missione per conto dell'Unifil (i Caschi Blu, insomma. Cambiano le sigle, ma la sostanza rimane la stessa) ricevono una paga di circa 10.000 euro al mese, quelli in missione per conto nostro (Afghanistan, Iraq), 4.200 euro.

4 commenti:

amelie ha detto...

sapevo, sapevo. qualche militare, per addomesticare il senso di colpa, fa l'eroe prima di partire. c'è una lista d'attesa lunghissima. di solito partono i raccomandati. perché sennò prendono stipendi da fame. non hanno un sindacato e se parlano li fanno fuori. questi sono i nostri militari. questo. fanno pena? comprensione? che fanno? secondo me non se lo chiedono e basta. grazie, ed.

Carmelo ha detto...

La guerra è un grande affare, non c'è che dire.
Non immaginavo ci fosse tutta questa differenza di stipendio...

Lameduck ha detto...

E, non per fare la moralista, ma chi paga?

Ed ha detto...

Paga lo Stato, credo.