sabato 3 settembre 2005

Come si cambia

Sto scrivendo seduto comodamente su una piattaforma costruita su un bel pino marittimo a sette metri da terra (con Google maps non si vede, mi dispiace).
Da qui, al mattino presto, qualche volta riesco a scorgere la Corsica, anche se si tratta di un riflesso (il miraggio è un'altra cosa). Non so se questo post riuscirà a giungere a destinazione. Il mio potentissimo e sofisticatissimo sistema dovrebbe permetterlo. Proviamo.
Da tempo non compro più riviste, ma questa settimana ho preso Vanity Fair e, già che c'ero, Il Foglio; sul presto, stamani, ho comprato Il Riformista.
Ho ordinato i seguenti libri:
1)L'angelo disubbidiente. La leggenda di Marlene Dietrich
2)Dancing Star
3)Salvare le modifiche prima di chiudere
4)La stella di Chandrapur
5)Il cassetto nel racconto
6)Suonala ancora, Cozzetta
7)Mantienimi
8)La notte dei blogger
I cinque che mi sono arrivati li ho letti in tre giorni: due sotto la doccia, uno mentre mi radevo e due sulla sdraio Ikea che ho sul terrazzo.
Mi sono sbarazzato di Io uccido e anche di qualche romanzo di Stephen King (conosco un ghostwriter che abita a Largo, Florida).
Ho installato Google Talk anche se Skype ce l'ho da quel dì e funziona meglio.
Ho cercato di trasferire i miei Lp sull'iPod e ho cominciato a informarmi seriamente su Scalfarotto.
Ho cliccato sul Sudoku di Repubblica, quello 'avanzato' e 'ora col timer'.
Parlando con gli amici ho usato qualche volta «ça va sans dire», «qu'es?» e «desolé».
Ho ascoltato e riascoltato Sgt. Peppers lonely hearts versione Live8.
Ho rivisto le mie diapositive su Flic e Floc così l'ho fatta finita con gli amici che venivano a vederle a casa ogni volta che tornavo dalle vacanze.
Tutto in questa settimana e, perdinci, mi sento già un altro!

3 commenti:

diderot ha detto...

hai centrato tutti i must dell'estate! le intercettazioni le hai lette?
;-)

contevico ha detto...

Ed, adesso sei proprio pronto.
Se vuoi ti presento al mio amico Facci. Cuntent?

Cruna ha detto...

Effettivamente questo post meriterebbe di vincere la cateria Z-blogger (se non qualche premio più ambito, s'intende) in cui è stato iscritto. Davvero molto carino. Complimenti !